Sul muro di un palcoscenico una mano anonima ha scritto 'qui si dicono per gioco le cose serie'

Popular Libr@ry of the Show/Bibliothèque Populaire du Spectacle/Bibliotec@ Popular del Espectáculo/Populäre Bibliothek des Schauspiels/Народная библиотека театрального представления/Bibliotec@ Popular do Espetaculo

Almanacco del Teatro - Section 3 (I/P)



ALMANACCO DEL TEATRO
Dal testo alla messinscena


Nell'Almanacco del Teatro abbiamo raccolto una selezione di filmati (opere complete [riprese televisive o versioni cinematografiche]) dei più significativi testi del Teatro di Prosa e del Teatro Lirico. 

L'Almanacco è una pubblicazione che affonda le sue radici nella storia. A carattere prevalentemente astrologico, conteneva informazioni che lo rendevano una sorta di piccola enciclopedia. Vi si potevano trovare consigli sulla coltivazione, notizie sui mercati, addirittura previsioni meteorologiche, suggerimenti sulla salute, curiosità culturali. 

Oggi che gli almanacchi hanno perso questa funzione, se ne possono prendere i tratti fondamentali ed estenderli. Interessante a questo proposito la nota sul verbo "almanaccare": significa architettarefantasticareelucubrare

Buona visione! buon pro vi faccia. 



Le opere sono presentate in versione completa in italiano, salvo indicazione diversa. 


Sezione Tre
da '(L') Idiota' a '(La) Pulce nell'orecchio'


I
  1. '(L') Idiota' 1959 - di Fëdor Michailovič Dostoevskij (1869) - regia Giacomo Vaccari adattamento televisivo Giorgio Albertazzi con: Giorgio Albertazzi, Anna Proclemer, Mario Bardella, Marcello Bertini, Pina Cei, Ferruccio De Ceresa, Gianna Giachetti, Anna Maria Guarnieri, Carlo Hinterman, Augusto Mastrantoni, Davide Montemuri, Sandro Moretti, Franca Nuti, Antonio Pierfederici, Gianni Santuccio, Sergio Tofano, Lina Volonghi, Gian Maria Volontè, Laura Panti, Liuccia Baker Masoero, Dante Sivieri, Mario Lanfritto, Dino Peretti, Anna Carena, Mario Bardella, Antonio Pierfederici, Gilda Rosa, Angela Cardile, Lino Fumagalli (alla fine del video il link alla seconda parte) (Wikipedia/L'idiota) (Wikipedia/Fëdor Dostoevskij)
  2. 'Idiotas' 2008 -di Fëdor Michailovič Michailovic Dostoevski (1869) - directe Eimuntas Nekrosius - Meno Fortas Theatre (lituano - alla fine del video il link alle altre 3 parti)
  3. 'Ifigeneia' (Ιφιγένεια) 1977 - di Euripide (407/406 a. C.)director Mihalis Kakogiannis music Mikis Theodorakis cast: Irene Papas, Kostas Kazakos, Kostas Karras, Tatiana Papamoschou, Christos Tsagas, Panos Mihalopoulos, Angelos Yannoulis, Dimitri Aronis, Georges Vourvahakis, Eirini Koumarianou, Giorgos Oikonomou, Dimitris Kondogiannis, Yorgos Charalabidis, Mihalis Hairetis, Sofia Kakarelidou (film - greco con sottotitoli inglese) (Wikipedia/Ifigenia in Aulide)
  4. 'Il grigio' 1990 - di Giorgio Gaber e Sandro Luporini  (1988) - Riprese effettuate a Bergamo, Teatro Donizetti e Roma, Teatro Eliseo 
  5. '(L') Imbroglio' 1959 - di Alberto Moravia (1937) - regia Giacomo Vaccari interpreti: Stefano Svevo, Giuliana Lojodice, Mercedes Brignone, Laura Carli, Lia Angeleri, Ubaldo Lay, Jolanda Verdirosi, Achille Majeroni, Betty Foà, Enrico Glori, Elio Palumbo, Corrado Zingaro adattamento televiso Marco Visconti scene Sergio Palmieri arredamento Paolo Fabriani luci Giorgio Ojetti assistente di studio Renzo Laurenzi segretaria di produzione Fiammetta Lusignoli  Trama: La storia è l'insieme di molta ingenuità e di altrettanti imbrogli. Nella pensione diretta da una vedova un giovane conte, studente di legge, facoltoso e molto ingenuo conosce la bella e scaltra Santina. Il giovanotto viene immediatamente conquistato dalla ragazza che, con la madre e un "caro amico" di famiglia, approfitterà della sua credulità per architettare una trappola tesa a spillargli soldi e promesse. Santina confesserà all'ingenuo Gianmaria di essere sfruttata dalla donna, in realtà sua falsa madre e il di lei amico, per accalappiare uomini ricchi e ottenere, senza nulla concedere, ingenti somme di denaro per poi scomparire nel nulla. Infine gli farà credere di odiare questa ignobile vita e di desiderare di aiutare la vera madre che langue malata in un ospedale. La commozione del giovane conte è grande e si impegnerà a trovare il danaro col quale la povera ragazza sarà in grado di realizzare il progetto di redenzione. La trappola dell'imbroglio è montata, la molla è tesa. Moravia però, e con lui lo sceneggiatore, farà in modo che non sarà così ovvio e scontato il finale.
  6. 'I morti non fanno paura' (Requie a l'anema soja...) 1956 - di Eduardo de Filippo (1926) -  regia Vieri Bigazzi interpreti: Ugo D'Alessio, Nello Ascoli, Dolores Palumbo, Eduardo De Filippo, Elisa Valentino, Lello Grotta, Peppino De Martino, Vittorio Sinipoli (film - alla fine del video il link alle altre 2 parti)
  7. '(L') Importanza di chiamarsi Ernesto' (L'importanza di essere Franco) 1958 - di Oscar Wilde (1895) - regia Mario Ferrero con: Fulvia Mammi, Lia Zoppelli, Mercedes Brignone, Vittorio Congia, Carlo Cataneo, Isabella Riva, Franco Volpi, Sergio Tofano, Tino Carraro (Wikipedia/L'importanza di chiamarsi Ernesto) (Wikipedia/Oscar Wilde)
  8. '(L') Importanza di chiamarsi Ernesto' 2004 - di Oscar Wilde (1895)con: Ludovico Rizzo, Marco Silvestrini, Nicola Berto, Barbara Chinaglia, Angela Chinaglia, Lucia Rizzato, Federica Siligardi, Diego Sorice e Andrea Visintin. Luci di Alberto Rao costumi e scenografie di Anna Casarotto e Chiara Vallini Rao musiche di Guido Frezzato (alla fine del video i link alle altre 8 parti)
  9. '(L') Importanza di chiamarsi Ernesto' (L'importanza di essere Onesto) 2007 - da Oscar Wilde (1895)con: Maurizio Alessandrini, Francesco Romboli, Marina Lorenzetti, Valeria Oliveri, Sara Vergnano, Gabriella Di Nunno, Amanda Fiorito (alla fine del video i link alle altre 13 parti)
  10. '(L') Importanza di chiamarsi Ernesto' 2009 - (The importance of Being Earnest) ( 不可兒戲) di Oscar Wilde (1895) (inglese
  11. '(L') Importanza di chiamarsi Ernesto' (The importance of Being Earnest) 2011 - di Oscar Wilde (1895)Lake Country Playhouse in Mineola, Texas  (inglese - alla fine del video i link alla seconda parte)
  12. '(L') Importanza di chiamarsi Ernesto' (The importance of Being Earnest) 2011 - by Oscar Wilde (1895) - directors Josh Litman Patrick Barfoot cast: Jack Worthing - Waylon Skinner Gwendolwyn Fairfax - Rebecca Brunton Algernon Moncrieff - Biden Hall Cecily Cardew - Sarah Farrant Lady Bracknell - Ynina Kapustin Reverend Chasuble - Shree Ziradkar Miss Prism - Irum Tapal Lane - Justin D'Angelo Merriman - Subhash Santosh Musical Director Jonathan Blankenstein Band Keyboard - Jonathan Blankenstein Trumpet - Taylor Parrott Cello - Amina Halloway - Teatrical Production (inglese)
  13. 'Incantesimi' 2006 - di Beppe Grillo (2006) - con Beppe Grillo
  14. 'In memoria di una signora amica' 1978 - di Giuseppe Patroni Griffi (1965) - regia Mario Ferrero scene Lucio Lucentini  costumi Maurizio Monteverde con: Pupella Maggio, Lilla Brignone, Clelia Matania, Mariuccia Speri, Vera Matania, Geppy Gleijeses, Masiimo Ranieri, Corrado Annicelli, Carlo Sabatini, Dalia Frediani, Loredana Martinez, Mariella Laterza (sceneggiato RAI - alla fine del video il link alla seconda parte) 
  15. 'Intimavox' (Una voce umana) 2008 - da Jean Cocteau (1930) -  con Emy Spataro (alla fine del video il link all altre 4 parti) - Emy Spataro (Emyliu') mette in scena nella propria casa la celebre piece di Cocteau, interpretata negli anni 60 da Anna Magnani. L'ispirazione di questo esperimento di video-teatro domestico e' proprio una videocassetta del cortometraggio "L'amore" di Roberto Rossellini con l'amata Anna Magnani, custodita gelosamente da tempo, con l'idea larvata di realizzarne un video-monologo autoprodotto. Adattando l'atto unico di Cocteau nel quotidiano contemporaneo, l'antico telefono con filo diventa un tecnologico cellulare, il racconto di un incontro nell'atelier della modista cambia locazione in una cibernetica conversazione in chat, il cane "Micia" assume le sembianze del gatto "Bijoux"; mentre la sofferente protagonista del dramma si tramuta in una postmoderna persona transgender che attende l'ultima telefonata dall'amato, prima del doloroso distacco... Tutto nel rispetto della drammaturgia del testo, dando umana voce, anima e corpo alla claustrofobica sofferenza causata dal disamore... 
  16. 'In-vulnerabilitá d'Achille (tra Sciro e Ilio)' 1997 libera versione poetica di Carmelo Bene da Stazio, Kleist, Omero (1997) - regia, scene, costumi e voce solista Carmelo Bene tecnico del suono A. Macchia montaggio M. Contini; produzione Nostra Signora S.r.l., Rai
  17. '(L') Italiana in Algeri' 1996 - di Gioachino Rossini (1808) - Production of "De Nederlandse Opera" (The Netherlands Opera) Het Muziektheater, Amsterdam. VHS TV cast: Vesselina Kasarova, William Matteuzzi, Peter Rose, Elena Vink, Rachel Ann Morgan, Eduardo Chama, Jan Opalach Chamber Orchestra Alberto Zedda (Wikipedia/L'Italiana in Algeri)
  18. 'ITIS Galileo' 2010 - di Marco Paolini (2010)con Marco Paolini di Francesco Niccolini e Marco Paolini consulenza scientifica Stefano Gattei consulenza storica Giovanni De Martis elementi scenici Juri Pevere consolle audio Gabriele Turra assistenza tecnica Graziano Pretto, Michele Mescalchin direzione tecnica Marco Busetto  illuminotecnica e fonica Ombre Rosse produzione Michela Signori, Jolefilm  Essere geniali, in circostanze difficili, può essere un problema, per gli altri soprattutto. Parte da questa considerazione il lavoro di approfondimento curioso che Marco Paolini e Francesco Niccolini hanno dedicato alla figura di Galileo. Il padre della scienza moderna, infatti, appare agli occhi dei contemporanei come un grande divulgatore dei propri studi, ma soprattutto come una mente che rimane aperta al dubbio fino alla fine, fino alla vecchiaia. Quando si parla di Galileo si pensa sempre a un anziano venerando: sarà una questione di iconografia, ma forse è anche perché si capisce che lo scienziato non si mette mai in pensione con la testa. Anzi, le scoperte più importanti le raggiunge dopo i sessant’anni. Galileo vive quattrocento anni prima di noi, in un’epoca governata da certezze e rigidità di pensiero, ma alcuni elementi tornano oggi a riaprire il confronto con quel passato. L’obiettivo di Marco Paolini con questo spettacolo teatrale è quello di coinvolgere nel ragionare, non solo nel raccontare, arrivare a una situazione in cui il pubblico non sia seduto tranquillo, sapendo di dover fare lo spettatore e basta. Va in scena a teatro un dialogo, anche se non proprio sopra i massimi sistemi, ma almeno su di un “minimo comune e multiplo”. (Marco Paolini - biografia)

J

  1. 'Jane Eyre' 1957 - di Charlotte Bronte (1947) - regia Anton Giulio Majano sceneggiatura Anton Giulio Majano con: Ilaria Occhini, Lydia Alfonsi, Wanda Capodaglio, Raf Vallone, Ileana Ghione, Margherita Bagni, Ubaldo Lay, Maresa Gallo, Carlo D'Angelo, Matteo Spinola, Luigi Pavese, Antonio Battistella, Laura Carli, Zoe Incrocci, Giovanni Cimarra, Wandisa Guida, Luisa Rivelli, Nietta Zocchi, Edda Soligo,Rossana, Montesi, Carola Zoppegni, Alfredo Bianchini, Gisella Monaldi, Armando Furlai, Bruno Smith (alla fine del video i link alle altre 4 parti) (Wikipedia/Jane Eyre) (Wikipedia/Charlotte Brontë)
  2. '(Le) Jeune homme et la mort' (Il giovane uomo e la morte) 1966 - libretto di Jean Cocteau (1946) -  choregraphie et mise en Scene de Roland Petit musique Jean-Sebastien Bach scene Georges Waknevitch costumi Christian Berard avec Zizi Jeanmaire et Rudolf Nureyev (alla fine del video il link alla seconda parte) - Prima rappresentazione a Parigi al Théâtre des Champs-Elysées, 25 giugno 1946, con interpreti: Jean Babilée e Nathalie Philippart. Il balletto, eseguito sulla Passacaglia in do minore di Bach, narra di un giovane pittore parigino in attesa della donna che ama nella sua soffitta. Quando lei giunge si prende gioco di lui tanto che il giovane viene spinto a suicidarsi. Quando muore la ragazza gli applica sul viso una maschera che rappresenta la morte e lo porta lontano sui tetti della città. Il balletto è stato ripreso dall'American Ballet Theatre nel 1975 con interpreti Mikhail Baryshnikov e Florence Faure.  
  3. 'John Gabriel Borkman' 1982 - di Henrik Ibsen (1896) - adattamento e regia Luca Ronconi scenografie Eugenio Guglielminetti costumi Vera Marzot con: Omero Antonutti, Marisa Fabbri, Franca Muti, Claudia Giannotti, Stefano Madia, Gabriella Zamparini, Gianni Bonagura, Susanna Maronetto  Le fortune della famiglia Borkman sono improvvisamente mancate per l'arresto di John Gabriel, il quale ha usato la sua posizione di direttore di banca per speculare illegalmente con i soldi suoi investitori. L'azione dell'opera si svolge otto anni dopo il rilascio di John, quando lui stesso, sua moglie e sua sorella gemella Ella Rentheim si contendono il futuro del giovane Erhart Borkman.
  4. 'John Gabriel Borkman' 2012 - by Henrik Ibsen (1896) - directed Emanuel E. Garcia performed by Butterfly Creek Theatre Troupe Wellington - New Zealand (inglese - alla fine del video i link alle altre 3 parti)


L
  1. '(Il) Lago dei cigni' (Swan Lake) 1967 - di Vladimir Begichev (1877) - coreografie Rudolf Nureyev con: Margot Fonteyn, Rudolf Nureyev musica Piotr I. Tchaikowski - Wiener Sinphoniker direttore John Lankbery - Balletto Wiener Staatsopernballet (Wikipedia/Il lago dei cigni)
  2. 'La leggenda della città invisibile di Kitez e della fanciulla Fevronija' 2008 di Nikolay Rimsky-Korsakov (1907) - regia Eimuntas Nekrošius Исполнители: Михаил Казаков - Князь Юрий Всеволодович Виталий Панфилов - Княжич Всеволод Юрьевич Татьяна Моногарова - Феврония Михаил Губский - Гришка Кутерьма Gevorg Hakobyan - Фёдор Поярок Марика Гулордава - Отрок Gianluca Floris, Marek Kalbus - двое лучших людей Riccardo Ferrari - Гусляр Stefano Concolini - Медведчик Alessandro Senes - Нищий-запевала Богатыри татарские: Валерий Гильманов - Бедяй Александр Науменко - Бурундай Райские птицы: Rosanna Savoia - Сирин Елена Манистина - Алконост Оркестр - Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari Хор - Coro del Teatro Lirico di Cagliari Дирижёр - Александр Ведерников  
  3. 'Léocadia' 1967 - di Jean Anouilh (1940) - regia Mario Ferrero interpreti: Giuliana Lojodice, Giancarlo Palermo, Edoardo Toniolo, Attilio Fernandez, Andreina Pagnani, Marcello Bertini, Paolo Falace, Mario Lombardini, Vittorio Sanipoli, Gastone Pescucci, Warner Bentivegna, Antonio, Nunzio Di Bella  Dalla morte di Leocadia, il Principe, che ne era innamorato, è inconsolabile. Nel negozio Sorelle Réséda, la Duchessa, che è la zia del principe, ha incontrato una giovane commessa, Amanda, che assomiglia straordinariamente a Leocadia. La Duchessa vuole che Amanda la aiuti a liberare il Principe dai ricordi che lo ossessionano. (Wikipedia/Jean Anouilh)
  4. 'L'esclusa' 1980 - di Luigi Pirandello (1893)regia Piero Schivazappa con: Scilla Gabel, Emilio Cigoli, Giacomo Piperno, Arnoldo Foà, Elisa Cegani, Bruno Cattaneo, Silvano Tranquilli, Teresa Ricci (Wikipedia/L'esclusa) (Wikipedia/Luigi Pirandello)
  5. 'Li Nepute de lu Senneco' 1975di Eduardo Scarpetta (1885) - regia di Eduardo de Filippo con: Franco Angrisano, Franco Folli, Lina Sastri, Mario Scarpetta, Eduardo de Filippo, Angelica Ippolito, Luca de Filippo (Wikipedia/Li nepute de lu Sinneco)
  6. '(La) Locandiera' 1966 - di Carlo Goldoni (1752) - regia di Franco Enriquez - con: Valeria Moriconi, Luciano Melani, Giuseppe Porelli, Glauco Mauri, Paolo Graziosi, Silvana De Santis, Adriana Innocenti, Alessandro Esposito, Alfredo Piano (Wikipedia/La Locandiera)
  7. 'Lohengrin' 2012 - de Richard Wagner (1845/1848) - director Claudio Abbado Coro y Orquesta de la Ópera Estatal de Viena cast: Robert Lloyd, Plácido Domingo, Cheryl Studer, Hartmut Welker Ortrud, Dunja Vejzovic, Georg Tichy (tedesco sottotitoli spagnolo)
  8. 'Lulu' 1974 - di Alban Berg (1928/1935) - Paris Opera (tedesco - sottotitoli cinese?) (Wikipedia/Lulu) (Wikipedia/Alban Berg)
  9. 'Lulu' 2002 - di Alban Berg (1928/1935) - Opera in 3 Atti (incompiuta) libretto tratto dalla fusione dei racconti l'Erdgeist (Lo spirito della terra) e da Die Büchse der Pandora (Il vaso di Pandora) di Frank Wedekind - direttore Franz Welser-Möst Chorus and Orchestra of the Zurich Opera House  cast: Laura Aikin, Cornelia Kallisch, Peter Keller, Steve Davislim, Alfred Muff, Peter Straka, Guido Götzen, Andrea Bönig, Katharina Peetz, Rolf Haunstein, Martin Zysset (tedesco -  sottotitoli  italiani)
  10. '(Il) Lutto si addice a Elettra' 1972 - di Eugene O'Neill (1931) - con: Lydia Alfonsi, Alida Valli, Mario Feliciani, Eleonora Morani, Margherita Simoni, Gianni Rizzo, Silvio Bagolini, Leonardo Severini, Giovanni Conforti, Giancarlo Dettori, Antonio Battistella, Carlo Cataneo, Stefania Corsini, Giorgio Bonora (alla fine del video i link alle altre 2 parti)  - La vicenda si svolge all'epoca della Guerra di secessione americana, nella famiglia di un generale nordista. Agamennone è ora il generale Ezra Mannon, Clitennestra è la sua seconda moglie Christine, Oreste è suo figlio Orin, e Elettra è la figlia Lavinia. Come in una tragedia greca, l'opera tratta di omicidio, adulterio, incesto e vendetta, e la funzione del coro greco è svolta da un gruppo di cittadini. Mentre nelle tragedie greche è il solo fato a guidare le azioni dei personaggi, nell'opera di O'Neill le motivazioni trovano fondamento nella teoria psicoanalitica degli anni 1930. La trilogia può essere letta in chiave freudiana, facendo attenzione ai complessi di Edipo e di Elettra dei vari personaggi. Il lutto si addice ad Elettra è divisa in tre parti (intitolate rispettivamente Ritorno,L'agguato e L'incubo) per un totale di tredici atti. Le tre parti non vengono mai rappresentate separatamente, ma solo come componenti della trilogia. La versione integrale dell'opera è ritenuta troppo lunga per un allestimento teatrale, e spesso viene messa in scena con tagli e adattamenti. Il copione originale prevede inoltre un numero molto elevato di attori. Per questi motivi non è una delle opere più rappresentate di O'Neill. (Wikipedia/Eugene Gladstone O'Neill)


M
  1. 'Macbeth' 1948 - di William Shakespeare (1605/1608)regia Orson Welles  (inglese) (Wikipedia/Macbeth)
  2. 'Macbeth' 1971 - di William Shakespeare (1605/1608) - regia Roman Polanski (film - portugues)
  3. 'Macbeth' 1975 - di William Shakespeare (1605/1608)musica Giuseppe Verdi escena Giorgio Strehler director Claudio Abbado con: Piero Cappuccilli, Shirley Verret, Nicolai Ghiaurov, Veriano Lucheti (sottotitoli spagnolo)
  4. 'Macbeth' 1975 - di William Shakespeare (1605/1608)regia Franco Enriquez con: Valeria Moriconi, Glauco Mauri, Gianni Cavina, Carlo Hintermann, Norma Martelli, Michele Mirabella, Franco Alpestre, Odino Artioli, Anita Bartolucci, Gigi Bonfanti, Attilio Corsini, Giorgio Del Bena, Gianni Giuliano (alla fine del video i link alle altre 2 parti)
  5. 'Macbeth' 1979 - di William Shakespeare (1605/1608)Royal Shekespeare Company (link alle 38 parti)
  6. 'Macbeth' 1986 - di William Shakespeare (1605/1608)musiche Giuseppe Verdi con: Leo Nucci, Shirley Verrett, Samuel Ramey,  Veriano Luchetti, Antonio Barasorda, Anna Caterina Antonacci, Sergio Fontana conductor Riccardo Chailly Orchestra - Teatro Comunale di Bologna Chorus - Teatro Comunale di Bologna
  7. 'Macbeth' 1987 - di William Shakespeare (1605/1608) musica Giuseppe Verdi con: Leo Nucci, Shirley Verrett, Samuel Ramey, Johan Leysen, Veriano Luchetti direttore Riccardo Chailly
  8. 'Macbeth' 2010 - di William Shakespeare (1605/1608)Federica Bisegna racconta il 'Macbeth'
  9. 'Macbeth' di William Shakespeare - I capolavori del Cinema di Animazione - della stessa produzione anche: 'La Dodicesima Notte' 'La Tempesta' 'Amleto' 'Romeo e Giulietta' 'Sogno di una notte di mezza estate'
  10. '(La) Madre' 1926 - di Vsevolod Pudovkin (1926) - dall'omonimo romanzo di Maksim Gor'kij regia di Vsevolod Pudovkin (film muto - titoli russo) - La vicenda di una madre che, per amore e senso di colpa verso il proprio figlio involontariamente fatto arrestare, si dedica in prima persona alla lotta politica partecipando a una manifestazione operaia durante la quale rimane uccisa, si svolge sullo sfondo delle turbolente e tragiche vicende politiche del 1905, assumendo un respiro epico senza precedenti nel cinema russo. Il successo del film assicurò a P. la piena fiducia della produzione e l'artista acconsentì alla realizzazione immediata di altri due film d'impianto epico. (Treccani/Vsevolod Illarionovic Pudovkin) 
  11. 'Madre Coraggio e i suoi figli' 2008 - di Bertold Brecht (1938/1939) - rielaborazione del testo di Antonio Tarantino regia  Cristina Pezzoli musiche P.Scialò scene di B.Buonincontri costumi di G.Falaschi produzione Cooperativa "Gli Ipocriti" con: Isa Danieli (alla fine del video i link alle altre 7 parti) (Wikipedia/Madre Coraggio e i suoi figli)
  12. '(The) Mahabharata - Il gioco dei dadi' 1990 - di Peter Brook (1985) - regia Peter Brook cast: Robert Langdon Lloyd, Antonin Stahly-Vishwanadan, Bruce Myers, Vittorio Mezzogiorno, Andrzej Severyn, Geoges Corraface, Jean-Paul Denizon, Mahmoud Tabrizi-Zadeh, Mallika Sarabhai, Miriam Goldschmidt,  Ryszard Cieslak, Hélène Patarot, Myriam Tadesse, Urs Bihler, Lou Bihler, Jeffrej Kissoon, Maurice Bénichou,  Yoshi Oida, Sotigui Kouyaté, Turcel Kurtiz, Ciaràn Hinds, Erika Alexander, Bakary Sangaré, Tapa Sudana, Akram Kram, Nolan Hemmings, Hapsari Hardjito, Mas Soegeng, Yumi Nara, Amba Bihler, Tamsir Niane, Lutfi Jakfar, Gisèle Hogard, Julie Romano, Abbi Patricx, Mamadou Dioume, Ken Higelin, Corinne Jaber, Joseph Kurian, Clément Masdongar, Leela, Velu Vishwananan (prima parte - inglese con sottotitoli italiani) - Vi si narra delle sfide e lotte furiose fra due schiatte di principi (cinque per parte), poi divenuti sovrani di grandi regni. I primi (i Pandava), figli di un re cieco e di una regina (Gundhari), che già da promessa sposa si era bendata per sempre gli occhi onde amare ancora di più il consorte infelice; gli altri (i Kaurava), figli di un'altra donna (Kunti). Nel primo gruppo primeggiano Arijuna, Khrisna l'illuminato e Dhritharashtra; nel secondo Kama il bastardo, che tutti chiamano "il figlio del carrettiere". La vicenda è raccontata da un narratore vegliardo ad un adolescente, affinchè questi apprenda dai miti a riconoscere e rispettare le proprie radici, e ciò mentre uno scriba ne verga su di un librone i vari momenti. Gli anni e i decenni passano tra lotte per il Potere, esilî durissimi (Arijuna e i suoi fratelli, perdenti in una tesa partita a dadi, giocata con gli avversari e poi banditi in lande selvagge), nonchè la vendetta di costoro, fino allo scontro finale. Sarà un feroce massacro, nel corso del quale Kama e Arijuna si sfidano con le bighe e poi, impantanatosi il carro del bastardo, Arijuna, sempre esitante, cede alla imposizione di Khrisna di scoccare sull'avversario la freccia mortale. A racconto ultimato, il vegliardo consegna l'enorme libro al suo ascoltatore, affascinato dai miti, dai moniti profetici e dalle imprese di re e di eroi ed ora consapevole della potenza, della forza, ma anche della saggezza con cui il passato ereditato dalla propria gente si è arricchito attraverso secoli e secoli di avventura umana.  (Wikipedia/Peter Brook)
  13. '(The) Mahabharata - Esilio nella foresta' 1990 - di Peter Brook (1985) (seconda parte - inglese con sottotitoli italiano)
  14. '(Il) Malato immaginario' 1963 - da Moliere (1673) - regia di Silverio Blasi musiche Bruno Nicolai scene e costumi Ferdinando Ghelli interpreti: Tino Buazzelli, Fulvia Mammi, Adriana Vianello, Ludovica Modugno, Renato De Carmine, Luigi Sportelli, Michele Riccardini, Vittorio Congia, Mario Maranzana, Gino Rumor, Gianni Mantesi, Maria Fiore
  15. '(Il) Malato immaginario' (Semuri per mend) - di Moliere (1673)  (albanese)
  16. '(Il) Malato immaginario' 1972 - di Moliere (1673)Compagnia del Teatro Italiano con: Peppino de Filippo, con: Luigi De Filippo, Franco Scandurra, Jole Fierro, Angela Pagano, Mario Castellani (Wikipedia/Il malato immaginario) (Wikipedia/Molière)
  17. '(Il) Malato immaginario' 1995 - di Moliere (1673)con: Giulio Bosetti, Marina Bonfigli, Marina Biondi, Sandra Franzo, Simona Leone, Eduardo Siravo, Antonio Salines, Sergio Romano, Piergiorgio Fasolo, Umberto Conte, Nicola Pannelli
  18. 'Maneggi per maritare una figlia' 1959 - di N. Bacigalupo (1959) con Gilberto Govi  (Wikipedia/Gilberto Govi)
  19. 'Marat-Sade' 1966 - di  Peter Weiss - (1963) - regia Peter Brook cast: Ian Richardson, Glenda Jackson, Patrick Magee, Michael Williams, Freddie Jones, Brenda Williams (film - inglese con sottotitoli spagnoli)  - Nel manicomio di Charenton, il marchese De Sade, alla presenza di uno scelto pubblico di invitati, dirige un dramma che rievoca la uccisione di Marat. Il dramma inizia con la spiegazione degli avvenimenti che hanno portato all'instaurazione della repubblica e agli anni successivi del terrore. Marat, per una malattia della pelle, dirige l'attività politica seduto in una vasca da bagno. Giunge dalla provincia Charlotte Cordoy che chiede di essere ricevuta da Marat, ma viene respinta. Munita di una lettera di presentazione, riuscirà ad essere ammessa alla sua presenza e lo ucciderà, nella vasca da bagno. Il dramma è terminato, ma i pazzi che sino allora sono stati controllati dalla stessa sorveglianza degli infermieri e delle suore, diventano sempre più violenti arrivando non solo a malmenare gli addetti alla sorveglianza dell'ospedale e gli infermieri e per giunta anche le suore che si trovavano nell'ospedale psichiatrico, ma anche il direttore e la sua famiglia. Infine distruggono anche il materiale scenico. (Wikipedia/MaratSade)   (Wikipedia/Peter Weiss)
  20. 'Marat-Sade' 1982 - di Peter Weiss (1963)regia Flavio Ambrosini collaborazione artistica Eugenio Allegri scene Carlo Giuliano - Teatro Studio Torino
  21. 'Maria Stuarda' 1968 - di Friedrich Schiller (1800)regia Edmo Fenoglio con: Anna Proclemer, Lilla Brignone, Giorgio Albertazzi (alla fine del video i link alla seconda parte) - "Una delle opere teatrali più commoventi e perfette di tutti i tempi”. Con queste parole Madame de Stael, scrittrice e intellettuale francese, definì il dramma di Friedrich Schiller all’epoca della sua apparizione. Scritto nel 1800 e messo in scena nello stesso anno al Teatro di Corte di Weimar, Maria Stuarda rappresenta una delle opere più intensamente teatrali dello scrittore tedesco. Un dramma storico e politico nel quale le figure delle due regine risaltano soprattutto dal punto di vista umano, con gli amori e gli affetti, per quanto Schiller sottolinei l’inconciliabilità di politica e morale: non è possibile vivere nel mondo della politica e aspirare ad un tempo al vero amore.La tragedia non ripercorre la storia tormentata di Maria - i diciotto anni di carcere e il lungo processo non sono oggetto diretto del dramma, e sono presenti solo nella consapevolezza e nel ricordo – ma si concentra sugli ultimi tre giorni di prigionia prima dell’esecuzione. Maria è colta nell'ultimo momento della vita quando, dopo l’incontro con Elisabetta che le nega la grazia, percorre con slancio quasi mistico le tappe verso la accettazione totale del proprio destino. E' una tragedia dal forte impatto emotivo che culmina nel confronto finale fra Elisabetta e Maria, cugine ma allo stesso tempo rivali.. Inutile dire che si arriva a "tifare" per Maria! Una lettura piacevole e quanto mai scorrevole! Consigliato a chi vuole leggere la storia con sentimento..(Wikipedia/Friedrich Schiller)
  22. 'Maria Stuarda' 2003 - di Friedrich Schiller (1800) - musiche Gaetano Donizzetti con: Edita Gruberova, Sonia Ganassi Leicester, Diego Florez, Simon Orfila, Ana Nebot, Angel Odena Conductor - Friedrich Haider Orchestra - Gran Teatro del Liceo Chorus - Gran Teatro del Liceo
  23. 'Maria Stuarda' 2005 - di Friedrich Schiller (1800)musiche Gaetano Donizzetti con: Gabriele Fontana, Joyce Di Donato, Eric Cutler Talbot, Furlanetto Anna, Ammann Cecil, Giossi  conductor Evelino Pido Orchestra - Orchestre de la Suisse Romande Chorus - Grand Théâtre de Genève
  24. 'Maria Stuarda' 2012 - di Friedrich Schiller (1800)musiche Gaetano Donizzetti con: Inga Kalna, Alexandrina Pendatchanska Leicester, Bulent Bezduz, Mirco Palazzi Conductor e artistic director - Vladimir Spivakov Orchestra - National Philharmonic of Russia Chorus - State Academic Russian Choir A.V.Sveshnikova Artistic Director and Principal Conductor - Boris Tevlin
  25. '(I) Masnadieri' 1959 - di Friedrich Schiller - (1782)con: Aldo Silvani, Glauco Mauri, Alberto Lupo, Mario Colli, Renzo Palmer, Silvano Tranquilli, Calisto Calisti, Aldo Giuffré, Diego Michelotti, Virna Lisi, Franco Graziosi, Vittorio Manfrino, Aleardo Ward, Nino Dal Fabbro, Mario Lombardini, Dario Dolci, Warner Bentivegna, Massimo Pianforini, Tullio Altamura, Giuseppe Pagliarini (alla fine del video i link alle altre 14 parti) (Wikipedia/I masnadieri)
  26. '(I) Masnadieri' 2001 - di Friedrich Schiller (1782)musiche Giuseppe Verdi regia, scene e costumi Pier'Alli con: Roberto Servile, Dimitra Theodossiou, Andrea Papi, Carlo Ventre, Mauro Buffoli, Carlo di Cristoforo, Umberto Scalavino - Orchestra e Coro del Teatro Massimo di Palermo conductor Reynald Giovaninetti (alla fine del video i link alla seconda parte)
  27. 'Mastro Don Gesualdo' 1964 - di Giovanni Verga (1899) - regia Giacomo Vaccari musiche Luciano Chailly con: Enrico Maria Salerno, Lydia Alfonsi, Sergio Tofano, Turi Ferro, Valeria Ciangottini, Romolo Costa, Turi Scalia, Leo Gullotta, Tuccio Musumeci, Luigi Casellato, Mario Di Martino, Grazia Di Marzà, Carmelo Mazzà, Guido Leontini, Giuseppe Lo Presti, Riccardo Mangano, Franca Parisi, Valeria Sabel, Maria Tolu, Marcella Valeri, Danese Alfredo (alla fine del video i link alle altre 5 parti) (Wikipedia/Mastro Don Gesualdo) (Wikipedia/Giovanni Verga)
  28. 'Measure For Measure' (Misura per misura) 1979 - di William Shakespeare (1603)BBC Shakespeare Collection starring: Kenneth Colley, Kate Nelligan, Tim Piggot-Smith, Christopher Strauli, Jacqueline Pearce (film TV - inglese) (Wikipedia/Misura per misura)
  29. 'Medea' 1957 - di Euripide (431 a. C.)adattamento televisivo e regia Sarah Ferrati musica Bruno Maderna con: Sarah Ferrati e Ivo Garrani, Elvira Betrone, Germana Paolieri, Pietro Carnabuci, Annibale Ninchi, Antonio Pierfederici, Adriana Innocenti, Didi Perego, Maria Grazia Santarone (alla fine del video il link alla seconda parte) - La Medea di Euripide è ambientata nella città di Corinto, dove Giasone e Medea, con i loro due bambini, si sono rifugiati dopo che la "maga" ha provocato con le sue arti la fine di Pelia, re della Tessaglia, zio e nemico di Giasone. La tragedia si apre con un lungo sfogo della Nutrice, angosciata e piena di oscuri presentimenti per lo stato fisico e mentale della padrona. L'eroe, infatti, l'ha ripudiata per convolare a nuove nozze con Glauce, la figlia di Creonte, sovrano del paese. L'arrivo del Pedagogo con i bambini accresce l'ansia della Nutrice, da lui informata che Creonte ha deciso di cacciare da Corinto Medea con i suoi figli. Dall'interno del palazzo pervengono i lamenti e le maledizioni di Medea: ma quando esce fuori essa si rivolge con amara calma al coro e ne chiede la solidarietà. Di persona, Creonte comunica i suoi ordini a Medea e le concede, però, di rimanere ancora un giorno a Corinto, vinto dalle sue suppliche e ignaro dei rischi che corre. Giasone e Medea si scontrano con estrema violenza verbale: invano la donna ricorda all'eroe di averlo aiutato a impadronirsi nella Colchide del vello d'oro, di aver fatto uccidere Pelia. Giasone è disposto solo a procurare alla "barbara" da lui civilizzata un tetto nell'esilio e del denaro. Inatteso passa da Corinto, tornando da Delfi, Egeo, sovrano di Atene: Medea gli strappa la promessa di asilo nella sua città. Ora si sente in grado di prendersi la vendetta. Fingerà di rappacificarsi con Giasone, invierà i suoi bambini con doni nuziali a Glauce per implorarne la protezione almeno per se stessi. I doni, imbevuti di veleno, causeranno la morte della principessa e di suo padre, e morte Medea riserva anche alle sue creature. Dopo un nuovo incontro, in un falso clima di distensione, tra la donna e l'eroe (alla riconciliazione vengono chiamati ad assistere i figli) il Pedagogo riferisce che i regali sono stati consegnati e l'esilio per i piccoli revocato. Medea si stringe al petto gli amati figli, sostiene un'aspra lotta con se stessa, ma non rinunzia alla sua disumana risoluzione. Un nunzio riferisce i particolari raccapriccianti della fine di Glauce e Creonte, vittime delle inestinguibili fiamme scaturite dai doni nuziali. Medea esulta e passa alla seconda parte del suo piano: dall'interno della reggia le grida dei suoi figli indicano che il crimine si va compiendo. Accorso per salvare i bambini dalle rappresaglie dei Corinzi, Giasone apprende l'ulteriore delitto di Medea. Mentre tenta di abbattere la porta della reggia, in alto, sul carro del Sole, gli appare Medea che ha con sè i cadaveri dei bambini e rovescia ancora sull'eroe parole di condanna e di odio. A Giasone non resta che invocare Zeus a testimone delle efferatezze di Medea e maledire il proprio destino. (Wikipedia/Euripide)
  30. 'Medea' 1969 di Euripide (431 a. C.) - regia Pier Paolo Pasolini soggetto Pier Paolo Pasolini (dalla Medea di Euripide) sceneggiatura Pier Paolo Pasolini, fotografia Ennio Guarnieri, montaggio Nino Baragli musiche Pier Paolo Pasolini, Elsa Morante scenografia Dante Ferretti con: Maria Callas, Luigi Barbini, Giuseppe Gentile, Annamaria Chio, Marghereth Clementi, Massimo Girotti, Laurent Terzieff, Sergio Tramonti, Maria Cumani Quasimodo, Piera Degli Esposti (film - alla fine del video i link alle altre 11 parti)
  31. 'Medea' 1989 - di Euripide (431 a. C.)regia Giancarlo Sepe scene e costumi di Paolo Tommasi musiche originali di Arturo Annecchino con: Mariangela Melato, Antonio Fattorini, Edda Valente
  32. '(Il) Mercante di Venezia' 1974(The Merchant of Venice) di William Shakespeare (1596/1597) - directed by Jonathan Miller ( National Theatre) and John Sichel (TV version) cast: Laurence Olivier, Joan Plowright, Jeremy Brett, Michael Jayston, Anthony Nicholls, Anna Carteret, Louise Purnell (film TV - inglese - alla fine del video i link alle altre 13 parti) (Wikipedia/Il mercante di Venezia)
  33. '(Il) Mercante di Venezia' 1979 - di William Shakespeare (1596/1597) - regia Gianfranco De Bosio musiche Giancarlo Chiaramello con: Andrea Giordana, Ilaria Occhini, Sergio Fantoni, Gianrico Tedeschi, Lina Sastri, Maria Teresa Martino, Massimo Dapporto, Antonio Garrani, Alfredo Piano, Daniele Pagani, Bruno Zanin, Vittorio Stagni, Maria Teresa Martino, Emilio Bonucci, Massimo Foschi, Pino Ferrara, P. Luigi Giorgio,  Giuseppe Pertile,  Loris Loddi
  34. '(The) Merchant of Venice' (Il Mercante di Venezia) 1980 - di William Shakespeare (1596/1597)director Jack Gold producer Jonathan Miller editor Malcolm Banthorpe composer Carl Davis adaptor/translator David Snodin costumes Raymond Hughes cast: Warren Mitchell, John Franklyn-Robbins, John Nettles, Gemma Jones, Susan Jameson, Douglas Wilmer, Marc Zuber, Peter Gale, Alan David, Kenneth Cranham, John Rhys-Davies, Richard Morant, Leslee Udwin, Arnold Diamond, Enn Reitel, Joe Gladwin, Roger Martin, Daniel Mitchell, Shaun Scott, Richard Austin (film TV - inglese - alla fine del video le altre 11 parti)  
  35. '(The) Merchant of Venice' (Il Mercante di Venezia) 2004 - di William Shakespeare (1596/1597)directed Michael Radford produced Cary Brokaw, Michael Cowan, Jason Piette, Barry Navidi starring: Al Pacino, Jeremy Irons, Joseph Fiennes, Lynn Collins music Jocelyn Pook (film - inglese - sottotitoli spagnolo)
  36. '(The) Merry wives of Windsor' (Le allegre comari di Windsor) 1982 - di William Shakespeare (1599/1602 [?])directed David Fones cast: Alan Bennett, Richard O'Callaghan, Tenniel Evans, Bryan Marshall, Gordon Gostelow, Nigel Terry, Richard Griffiths, Michael Robbins, Miranda Foster, Ron Cook, Michael Graham Cox, Lee Whitlok, Elisabeth Spriggs, Fohn Foyce, Michael Bryant, Simon Chandler, Judy Davis, Prunella Scales, Ben Kingslav (film TV - inglese) (Wikipedia/Le allegre comari di Windsor)
  37. 'Merluzzo - Vacanze in collegio' 1957 - Marcel Pagnol (1935) - regia Alessandro Brissoni interpreti: Odoardo Spadaro, Roberto Cesati, Giorgio Pavan, Claudio Ermelli, Santo Versace, Giuseppe Pagliarini, Alvaro Piccardi, Cristiano Minello, Aldo Silvani, L. Tcheop, Wilma Casagrande, Diego Parravicini, Tino Bianchi, Gualberto Giunti, Andrea Brissoni Il maestro Blanchard, dal viso deturpato per una ferita in guerra, con un occhio di vetro, è il terrore, suo malgrado, degli alunni del collegio, che lo hanno fregiato del soprannome di Merlusse (Baccalà) e dicono che odora di merluzzo. Alla vigilia di Natale, quasi tutti gli alunni vanno a casa, ne restano in collegio pochi, che le famiglie non hanno voluto o potuto portare con sé. Blanchard, che già doveva controllarli nel pomeriggio, è pregato di restare con loro anche la sera e la notte, perché chi aveva tale incarico deve andare dalla madre malata. Blanchard accetta. Gli alunni sono seccati di averlo come custode e gli fanno anche lo scherzo di mettergli una puntina sulla sedia. Ma Merlusse attinge ai suoi poveri risparmi per acquistare dei doni. La mattina di Natale i ragazzi più grandi dicono di aver visto Merlusse portare i doni. Gli alunni cercano di ricambiare, con alcuni oggetti privi di valore. Merlusse capisce quale grande valore abbiano queste piccole cose. E in sovrappiù la sua generosità è premiata dal preside, che gli fa avere uno scatto di carriera e lo propone per le palme accademiche. (Wikipedia/Marcel Pagnol)
  38. 'Mia famiglia' 1964 - di Eduardo de Filippo (1955) (Wikipedia/Mia famiglia)
  39. '(A) Midsummer night's dream' (Sogno di una notte di mezza estate) 1985 - da William Shehespeare (1595) - The Lindsay Kemp Co - Japan (alla fine del video il link alle altre 3 parti)
  40. '(Il) Milione - Quaderno Veneziano' 1997 - di Marco Paolini (1997)interpretazione e regia Marco Paolini collaborazione alla drammaturgia e ai testi Francesco Niccolini scenografia, scultura e sipario Graziano Pompili disegno luci Paolo Rodighiero contributi musicali dal vivo: Stefano Olivan, Francesco Corona, Leonardo Di Angilla, Fabio Furlan, Lorenzo Pignattari, Lorenzo Sabadini. contributi musicali registrati Paki Zennaro e Pitura Freska allestimento spazio, scena, luci e fonica di Alberto Artuso, Marco Busetto, Silvio Martini, Pierpaolo Pilla, Luca Seno - Produzione: Moby Dick - Teatri della Riviera  Un monologo che attraversa tutta la storia di Venezia, lontano dai suoi aspetti cartolineschi. Al centro dello spettacolo i tanti “naufragi” della città: aerei che scivolano in Laguna, barche in secca per una marea più bassa del normale… Cormorani troppo pesanti per decollare, piccioni e gabbiani, cavallini di Murano che pascolano sul tavolo del tinello troppo vicino al bordo. E’ in questo panorama di laguna che si disvela la mappa/racconto disegnata da Campagne, uomo di terraferma, in barca con Sambo, vogatore alla veneta, ricco d’esperienza della città-isola e dei suoi mille anni, dai pali delle prime palafitte a quelli della conterminazione e che a tutt’oggi delimitano il territorio fatto di acqua e terra di Venezia, delicato oggetto d’amore di questo spettacolo, praticamente mai citato direttamente nel testo ma sempre presente, centimetro dopo centimetro, nella tela tessuta da Campagne, che si fa al tempo stesso Rustichello da Pisa e Marco Polo, nel tentativo di dettare e trascrivere storie ed orizzonti: isole, paesi, mercati, caravanserragli, dall’isola alla Cina, passando per Mestre, Marghera e tutto il Nord Est, diventando emblematicamente “terra delle villette”, al di là della Tangenziale e della linea Maginot dei centri commerciali che separa Venezia dal resto del mondo. Il Milione è un intreccio di storie antiche e contemporanee, seguendo arabeschi da tappeti orientali e strani personaggi: abusivi di terra e di mare, turisti di ogni parte del mondo, comitati antisfratti, le beghine di Venezia, più agguerrite di vecchi parà e maro’, nel tentativo di dar dignità agli sforzi di chi ha deciso di continuare ad abitare nella città più scomoda d’Italia.
  41. '(Il) Misantropo' 1967 - di Moliere (1666)con: Giancarlo Sbragia, Gianfranco Ombuen, Alberto Bonucci, Lea Massari, Giovanna Lenzi, Gigi Proietti, Paolo Todisco, Alberto Senarica, Lia Angeleri, Carlo Croccolo  (alla fine del video i link alle altre 5 parti) - Il protagonista Alceste è un intransigente idealista, che pretende di comportarsi senza ipocrisie e senza piegarsi a compromessi, incapace di conciliare i propri principi etici con le consuetudini sociali. Innamorato di Célimène, una giovane donna un po' civetta ed amante della mondanità, cerca di convincerla a rinunciare al mondo a cui è abituata per amor suo. Alla fine la differenza dei due caratteri e modi di vivere porterà alla conclusione della relazione ed il deluso Alceste, che nel frattempo ha perso un processo intentatogli, deciderà di espatriare. Altro personaggio principale di quest'opera è Filinte. Filinte si contrappone dialogicamente ad Alceste, insensibile al fantasioso dover essere reclamato ad ogni piè sospinto dall'amico moralista, si ostina a restare ancorato alla realtà, affermando che il mondo con i suoi difetti non si può cambiare e quindi l'unico modo per vivere bene in questa società pervasa da immoralità e dissimulazione è l'adattamento a questo mondo fittizio. Alceste quindi segue un disegno impossibile, che porta a una vicina sconfitta. La commedia finisce con Alceste che ripudiato da tutti, abbandona la societa mondana in cui si trovava e si ritira per una vita solitaria.
  42. 'Miseria e nobiltà' 1954 - di Eduardo Scarpetta (1887) - regia Mario Mattoli con: Totò, Sophia Loren, Carlo Croccolo, Valeria Moriconi (film) (Wikipedia/Miseria e nobiltà)
  43. 'Miseria e nobiltà' 1955 - di Eduardo Scarpetta (1887)regia Eduardo de Filippo con: Eduardo de Filippo, Elisa Valentino, Lily Romanelli, Dolores Palumbo, Giuseppe Anatrelli, Nino Veglia, Ugo D'Alessio, Luca de Filippo, Giorgio Manganelli, Peppino De Martino, Nello Ascoli, Isa Danieli, Gennarino Palumbo, Luisa Conte, Rino Genovese
  44. '(Le) Miserie d' monssu' Travet' 1982 - di Vittorio Bersezio (1863)con: Ileana Ghione, Gipo Farassino, Carlo Campanini, Anna Radici, Vittoria Lottero, Mario Brusa, Carlo Enrici, Guerrino Crivello, Bruno Frigerio, Angelo Bertolotti, Gino Lana, Renzo Lori (alla fine del video il link alla seconda parte) (Wikipedia/Le miserie 'd Monsù Travet)
  45. 'Mistero Buffo' 1977 - di Dario Fo (1969) - regia Dario Fo e Guido Tosi Collettivo Teatrale La Comune musiche di Fiorenzo Carpi interpreti: Dario Fo; Franca Rame  (Wikipedia/Mistero buffo) (Wikipedia/Dario Fo)
  46. 'Molto rumore per nulla' (Much ado about nothing) 1984 - di William Shakespeare (1598/1599)  - director Stuart Burge. Perf. Cherie Lunghi, Robert Lindsay, Katharine Levy, and Robert Reynolds. produzione BBC (film TV - inglese(Wikipedia/Molto rumore per nulla)
  47. 'Morte accidentale di un anarchico' 1987 - di Dario Fo (1970)regia Dario Fo con: Dario Fo, Renato Carpentieri, Claudio Bisio  Nel 1921 un emigrante italiano, anarchico, "volò" da una finestra del palazzo della polizia di New York. E' questo l'episodio storico che Dario Fo prende a pretesto per mettere in scena Morte accidentale di un anarchico, giusto un anno dopo quel dicembre del 1969 in cui si consumò la tragedia di Pinelli. Siamo alla raggiunta pienezza espressiva del teatro più propriamente politico di Fo, a quel proporsi della forma teatrale come cronaca e come critica, pur senza mai perdere di vista la spettacolarità scenica, e anzi usandola brechtianamente.Nella vicenda creativa di Fo, era questo un discorso già avviato. Nella Signora è da buttare, che è del 1967, l'omaggio al circo è un pretesto, una parafrasi del baraccone dello zio Sam, caricaturalmente esibito in tutte le sue contraddizioni anche tragiche. Un testo che ha offerto a Franca Rame l'occasione di interpretare tutta una serie di personaggi che impongono trasformazioni incredibili. (Wikipedia/Franca Rame)
  48. '(La) Morte di Carnevale' 1982 (1960?) di Raffaele Viviani (1928) - con: Nino Taranto e Luisa Conte  (Wikipedia/'A morte 'e Carnevale)
  49. 'Morte di un commesso viaggiatore' 1968 - di Arthur Miller (1949) - regia Sandro Bolchi con: Paolo Stoppa, Rina Morelli, Antonio Casagrande, Umberto Orsini,  Mario Pisu, Mario Carotenuto,  Roberto Rizzi, Mila Vannucci (Wikipedia/Morte di un commesso viaggiatore) (Wikipedia/Arthur Miller)
  50. 'Much ado about nothing' (Molto rumore per nulla) 1984 - di William Shakespeare (1598/1599) - director Stuart Burge. Perf. Cherie Lunghi, Robert Lindsay, Katharine Levy, and Robert Reynolds. produzione BBC (film TV - inglese) (Wikipedia/Molto rumore per nulla)

N
  1. 'Napoli milionaria' 1950 - di Eduardo de Filippo (1945) - regia Eduardo De Filippo soggetto dalla commedia "Napoli milionaria" di Eduardo De Filippo sceneggiatura Eduardo De Filippo, Piero Tellini, Arduino Majuri produttore Dino De Laurentiis fotografia Aldo Tonti montaggio Douglas Robertoson, Giuliano Attenni musiche Nino Rota diretta da F. Previtali scenografia Piero Gherardi, Piero Filippone interpreti: Eduardo de Filippo, Leda Gloria, Delia Scala, Gianni Glori, Totò, Titina De Filippo, Carlo Ninchi, Dante Maggio, Laura Gore, Mario Soldati, Aldo Giuffrè, Carlo Mazzoni, Michel Tor, Aldo Tonti, Pietro Carloni, Mario Frera, Pietro Pennetti, Giacomo Rondinella, Rosita Pisano, Concetta Palumbo, Mariano Englen, Carlo Giuffré, Nino Vingelli, Francesco Penza, Antonio La Raina, Sandro Ruffini (film)  
  2. 'Napoli milionaria' 1962 - di Eduardo de Filippo (1945)regia Eduardo de Filippo Compagnia: "Il Teatro di Eduardo" con: Elena Tilena, Carlo Lima, Eduardo de Filippo, Regina Bianchi, Evole Gargano, Nina De Padova, Antonio Allocca, Antonio Casagrande, Ettore Carloni, Riccardo, Lello Grotta, Pietro Carloni, Angela Pagano, Maria Hilde Renzi, Marina Modigliano, Ugo D'Alessio, Filippo De Pascale, Antonio Ercolano (alla fine del video il link alle altre 10 parti) (Wikipedia/Napoli milionaria!)
  3. 'Napoli milionaria' 2012 - di Eduardo de Filippo (1945) - regia teatrale Massimo Ranieri regia televisiva Franza Di Rosa musiche originali Ennio Morricone con: Massimo Ranieri, Barbara De Rossi, Enzo Decaro, Luigi Petrucci, Fabrizio Nevola, Ester Botta, Clara Bindi, Piero Pepe, Tommaso Bianco, Antonia Truppo, Stefania Di Nardo, Diego V. Venditti, Luigi Pisani, Enzo Garramone, Pasquale Russo, Francesca Colapietro, Daniele Rapisarda (edizione per la TV - alla fine del video il link alle altre 2 parti) 
  4. 'Na Santarella' 1975 - di Eduardo Scarpetta (1889) - regia Eduardo de Filippo con: Eduardo de Filippo, Enzo Turco, Franco Angrisano, Linda Moretti, Nunzia Fumo, Gino Maringola, Marilù Prati, Isa Danieli, Gennarino Palumbo, Mario Scarpetta, Marisa Laurito, Lina Sastri, Patrizia D'Alessandro, Luca de Filippo, Tommaso Bianco (Wikipedia/Na Santarella)
  5. 'Natale in casa Cupiello' 1962 - di Eduardo de Filippo (1931) - con: Eduardo de Filippo, Nina De Padova, Pietro De Vico  La commedia forse più nota di Eduardo, portata in scena per la prima volta al Teatro Kursaal di Napoli, il 25 dicembre 1931, segna di fatto l'avvio vero e proprio della felice esperienza della Compagnia del "Teatro Umoristico I de Filippo", composta dai tre fratelli e da attori già famosi o giovani alle prime armi che lo diventeranno (Agostino Salvietti, Pietro Carloni, Tina Pica, Dolores Palumbo, Luigi De Martino, Alfredo Crispo, Gennaro Pisano). A giugno Eduardo aveva firmato un contratto con l'impresario teatrale che lo impegnava per soli nove giorni di recite per presentare il suo nuovo atto unico subito dopo la proiezione di un film, Il successo della commedia fu tale che la durata del contratto fu prolungata sino al 21 maggio 1932. Originariamente si trattava di una commedia ad atto unico ampliato successivamente in due distinte fasi: la prima, nel 1932, vide aggiungersi l'attuale primo atto e la conclusiva, nel 1934 o secondo altri addirittura nel 1943, secondo un'ipotesi più probabile ed avallata più tardi anche dallo stesso autore), che configurò l'opera nella sua versione attuale, composta da tre atti. La complessa genesi della commedia portò Eduardo stesso ad affermare che essa era nata come un "parto trigemino con una gravidanza di quattro anni" 
  6. 'Natale in casa Cupiello' 1977di Eduardo de Filippo (1931) - regia Eduardo de Filippo con: Eduardo de Filippo, Pupella Maggio, Luca de Filippo, Lina Sastri, Marisa Laurito, Marina Confalone, Gino Maringola, Luigi Uzzo, Franco Folli, Marzio Onorato, Linda Moretti, Lidia Ferrara, Bruno Marinelli, Marina Facciolà (Wikipedia/Natale in casa Cupiello)
  7. 'Nel' 2008 - di Alessandro Bergonzoni (2007)regia Alessandro Bergonzoni e Riccardo Rodolfi scene di Alessandro Bergonzoni con: Alessandro Bergonzoni (alla fine del video il link alle altre 4 parti) - ATTENSIONE ATTENSIONE! Apologia di Creato! Là, oltre l’almeno, tra campi di mucchi, nella valle del sé, nel regno dei gesti, agli antipodi, dove si mandano giù i rospi per sputare i principi, dove si usa l’incredibile per fare il possibile, là, c’è la lingua levatoia che fa passare il pensiero. Scrittura carraia: non ci deve essere nulla davanti. Certo che costa: è la cauzione che serve per "sprigionar" le forze! E’nergia! Energia enucleare per estrarre la forza chiusa, parola di minattore. Trasporto carichi emotivi, Consolato degli Insetti, donatori d’idee, collaudatori d’attimi: attensione! Attensione! Si è perso del tempo! Non resta che pregare Tantalo (Sua Quantità), Dio del colmo (Sua Vastità), e fare apparire i soqquadri. Mai zitti, anima in bocca. Dove sta scritto? Sta scritto qui (Nel)! Uomini del dappertutto unitemi!  (biografia Alessandro Bergonzoni)
  8. 'Nemico del popolo' 1987 - di Henrik Ibsen (1882) - adattamento testo Saverio Mauro Tassi e Luisa Morandini regia e luci Luisa Morandini scenografie e costumi Simona Bandera ed Elisabetta Gabbioneta attori principali: Saverio Mauro Tassi, Luisa Morandini, Maurizio Accattato (alla fine del video il link alle altre 15 parti) - Questa è una delle più belle opere scritte da Henrik Ibsen. Questa è una delle più belle opere scritte da Henrik Ibsen. Ci narra la storia di un dottore che scopre che le terme pubbliche, fiore all'occhiello della cittadina e apportatrici di innumerevoli villeggianti, sono appestate da inquinanti scarichi montani di conciatura delle pelli. Subito il dottore vuole fare un pubblico appello per denunciare la cosa e far porre rimedio a questo problema, ma da una parte suo fratello, rappresentante dei potenti azionisti di maggioranza delle terme, e dall'altra i redattori di un giornale popolare che si schiera contro i potenti della città, tutti si oppongono alla pubblicazione della relazione del dottore, e gli impongono di tacere. Il dottore non riesce più a trovare nessuno che sia disposto a dargli ascolto, perché tutti sarebbero parte lesa nella questione.Gli appelli al potere sono inutili, quelli alla coscienza popolare anche: sia vinti che vincitori sono una schiera di opportunisti, interessati solo alla reputazione e al denaro. È in questo scenario che il dottore compie l'unica scelta possibile per lui: se prima vuole abbandonare la città, ora i accorge che la risposta migliore a questa situazione è data dalla conoscenza: vuole quindi istruire i giovani, poveri o ricchi che siano, per aiutarli a comprendere meglio la realtà, e a renderli cittadini si una società più civile di quella attuale. È splendida quest'opera, vero segno del pensiero elevato del suo autore, e apportatrice di un messaggio di rilevanza universale: la conoscenza, il sapere come mezzo per un futuro migliore. (Wikipedia/Henrik Ibsen)
  9. 'Nero Wolfe' 1969/1971 - di Rex Stout (1934) - regia Giuliana Berlinguer con: Tino Buazzelli, Paolo Ferrari, Pupo De Luca, Paola Borboni, Renzo Palmer, Massimo Serato, Aroldo Tieri, Edmonda Aldini, Renato De Carmine, Silvio Spaccesi, Aldo Giuffre’, Carla Gravina, Giusi Raspani Dandolo, Ugo Pagliai, Eros Pagni,  Mario Carotenuto, Paolo Carlini. Le puntate: 'Veleno in sartoria' - 'Veleno in sartoria(seconda parte) - 'Circuito chiuso' - 'Il pesce più grosso' - 'Per la fama di Cesare' - 'Salsicce Mezzanotte' - 'Sfida al cioccolato' - 'Bella bugiarda' - 'Un incidente di caccia' - 'Il patto dei sei' 'La casa degli attori' - Dedicata a Nero Wolfe, personaggio letterario nato dalla penna dello scrittore Rex Stout, e quasi completamente girata in studio, era articolata in dieci telefilm di circa due ore. Ad interpretarla furono chiamati noti attori. Nei ruoli dei principali personaggi: Tino Buazzelli nei panni dell'investigatore di origine montenegrina, Paolo Ferrari, in quelli dell'assistente Archie Goodwin  e Pupo De Luca, come Fritz Brenner, cuoco di casa Wolfe. La regia televisiva era curata da Giuliana Berlinguer.
  10. '(Die) Nibelungen' (La saga dei Nibelunghi) 1924 - script Thea von Harbouo (1924) - regia di Fritz Lang starring: Paul Richter, Margarete Schön, Hanna Ralph, Bernhard Goetzke, Theodor Loos, Rudolf Klein-Rogge, Rudolf Rittner, Hans Adalbert Schlettow, Georg August Koch, Georg John (film - didascalie inglese) - "Sigfrido" e "La vendetta di Crimilde". E' considerato uno dei più importanti film muti. Sono presentati nella loro forma completa (rispettivamente 142 e 148 min.), Restaurati dalla Cineteca di Monaco con la partitura orchestrale originale.
  11. 'Niech sczezną artyści(Crepino gli Artisti) 1988 - di Tadeusz Kantor (1985) - prodotto da Centro Cricot 2 (Cracovia), Institut für Moderne Kunst (Norimberga), Centro di Ricerca Per Il Teatro (Milano) suono Marek Adamczyk produzione Television Polonia (Cracovia) attori: Tadeusz Kantor, Lesław Janicki, Albert Janicki, Michael Gorczyca, Mary Kantor, Maria Krasicka, Mira Rychlicka, Zbigniew Bednarczyk, Stanisław Rychlicki, Jean-Marie Barotte, Wojciech Wegrzyn, Lech Coachman, Roman Siwulak, Libri Zbigniew, Zbigniew Bednarczyk, Ewa Janicka, Teresa Wełmińska, Bogdan Renczyński, Andrew Wełmiński, Luigi Arpini, Eros Doni, Przemyslaw Gorczyca, Zbigniew Gostomski, Andrzej Kowalczyk, Marzia Loriga, Loriano Della Rocca (polacco) - "Tutto ciò che ho creato finora, è sempre stata incentrata sulla religione e sulle confessioni sempre più personali. Confessioni per salvarsi dall'oblio. Confessioni di nostalgia, il desiderio e un ritorno all'infanzia, per salvare un felice momento. Successivamente, mi sono trovato invischiato nella grande storia spirituale della nostra cultura. Questo desiderio e la voglia ricercare nelle nostre tradizioni è stata lenta, subordinata solo a me, alla mia debolezza, alla follia, alla malattia, alla mia naturale solitudine ...". Così ha detto alcuni anni fa Tadeusz Kantor. Oggi, questo straordinario artista non è più tra i vivi. Tuttavia, le sue opere restano nella storia dell'arte e che gli hanno garantito un posto importante nella storia del teatro del XX secolo". Lasciate che gli Artisti Die è una performance realizzata in collaborazione Cracovia Centro Cricot 2, Institut für Moderne Kunst di Norimberga Centro di Ricerca e Per Il Teatro di Milano. La prima ha avuto luogo il 2 giugno 1985 a Norimberga. La versione televisiva è stata registrata tre anni dopo. Lasciate che i Artisti Die, come altre produzioni Kantor, non hanno la classica storia drammatizzata è invece una serie di immagini, arte e musica che si amalgamano senza problemi l'uno nell'altro, creando un mondo fantastico in cui, come l'autore vuole, "la vita e gli eventi conducono a esistenze già morte, ma non del tutte dimenticate". 
  12. '(Les) Noces de Figaro' 2010 - di Wolfgang Amadeus Mozart (1796) - mise en scène Giorgio Strehler chorégraphie Jean Guizerix décors Ezio Frigerio costumes Ezio Frigerio et Franca Squarciapino lumières Giorgio Strehler direction musicale Philippe Jordan - Orchestre Opéra National de Paris chef des Choeurs Alessandro Di Stefano Choeurs Opéra National de Paris cast: Dalibor Jenis, Barbara Frittoli, Ekaterina Siurina, Luca Pisaroni, Karine Deshayes, Ann Murray, Robert Lloyd, Robin Leggate, Antoine Normand, Maria Virginia Savastano, Christian Tréguier, Olivia Doray, Carol Garcia - Opéra National de Paris (Wikipedia/Le nozze di Figaro) 
  13. 'Non ti conosco più' 1969 - di Aldo De Benedetti (1932) - regia Davide Montemurri interpreti: Giuliana Lojodice, Aroldo Tieri, Gianrico Tedeschi, Didi Perego, Minnie Minoprio, Anna Maria Lisi, Annarita Bartolomei, Luciano Zuccolini, Jole Silvani  Luisa, di punto in bianco non riconosce più il marito e vuole cacciarlo di casa come fosse un intruso. Di fronte allo sconcerto del marito, il Professor Spinelli, luminare chiamato per risolvere il caso, è piacevolmente imbarazzato di trovarsi di fronte a un caso così interessante. La storia si dipana attraverso un singolare gioco a tre, con l'intervento di qualche altro personaggio di colore... (Wikipedia/Aldo De Benedetti)
  14. 'Non ti pago!' 1942 - da Eduardo de Filippo (1940) - regia Carlo Ludovico Bragaglia soggetto Eduardo de Filippo sceneggiatura Carlo Ludovico Bragaglia fotografia Rodolfo Lombardi montaggio Gabriele Varriale musiche Giulio Bonnard scenografia Alfredo Montori interpreti: Eduardo de Filippo, Titina de Filippo, Peppino de Filippo, Vanna Vanni, Paolo Stoppa, Giorgio De Rege, Vasco Creti, Italia Marchesini, Dolores Palumbo, Rosita Pisano, Margherita Pisano, Lina Marengo, Aristide Garbini, Ernesto Bianchi (film) 
  15. 'Non ti pago' 1964 - di Eduardo de Filippo (1940) - regia Eduardo de Filippo con: Eduardo de Filippo, Luisa Conte, Hilde Renzi, Ugo D'Alessio, Gennarino Palumbo, Salvatore Gioielli, Carlo Lima, Elena Tilena, Sarah Pucci, Enzo Cannavale, Pietro Carloni, Nina De Padova (Wikipedia/Non ti pago)
  16. 'Nostra signora dei turchi' 1968 - di Carmelo Bene (1968) - con: Carmelo Bene, Lydia Mancinelli, Ornella Ferrari, Anita Masini, Salvatore Siniscalchi, Vincenzo Musso. Premio speciale della giuria al XXIX Festival di Venezia (“per la totale libertà con cui ha espresso la sua forza creativa mediante il mezzo cinematografico”) (film - sottotitoli inglese) (Wikipedia/Nostra Signora dei Turchi)
  17. 'Novecento' 1994 - di Alessandro Baricco (1994) - regia Gabriele Vacis con Eugenio Allegri (sonoro) (Wikipedia/Novecento) (Wikipedia/Alessandro Baricco)
  18. 'Nozze di sangue' 2011 - di Federico Garcia Lorca (1933)regia Ilaria Carmeli produzione Compagnia Teatro del Cigno coreografie e costumi Marco Guyon e Paola Bami (alla fine del video il link alle altre 2 parti) (Wikipedia/Nozze di sangue) (Wikipedia/Federico Garcia Lorca)
  19. '(The) Nutcracker' 1993 - by George Balanchine (1954)  - New York City Ballet

O
  1. '(The) Odyssey' (Odissea) 1997 - Omero (800/700 a. C.) - regia Andrei Konchalovsky con: Eric Robert, Armand Assante, Greta Scacchi, Isabella Rossellini  (film - inglese) - Ulisse lascia sua moglie Penelope e suo figlio Telemaco per prendere parte all'assedio di Troia. La città resiste stoicamente all'assedio e non può essere presa con la forza, tanto che l'esercito assediante va gradualmente perdendosi d'animo. Ulisse escogita un ingegnoso sistema e riesce a penetrare in città con il suo esercito nascosto con all'interno di un cavallo di legno. Troia viene così conquistata, ma per punizione, Ulisse affronterà un serie di ostacoli escogitati dal dio Poseidone. Ulisse affronterà pericoli mai visti: da Polifemo fino al ritorno i patria e all'uccisione dei Proci. Il film termina con il bacio tra Ulisse e Penelope.
  2. 'Oedipus Rex' (Edipo Re) 1984 - di Jean Cocteau (1954)  da Sofocle (430-420 a. C.) - musique Igor Stravinsky direction Bernard Haitink  cast: Neil Rosenshein, Dame Felicity Palmer, Claudio Desderi, Anton Scharinger, Justin Lavender, Jean Rochefort Orchestre du Concertgebouw. Choeur de la N.O.S. Mise en scène et décors Harry Wich. - Théâtre Carré à Amsterdam (ripresa teatrale - francese/olandese (?) - alla fine del video il link alla seconda parte) (Wikipedia/Oedipus Rex - Stravinskij)
  3. 'Onnagata' 1991 - The Lindsay Kemp Company (riprese teatrali - alla fine del video i link alle altre 2 parti) - Lo spettacolo ha vinto il premio per il Time Out nuova migliore produzione del 1991. Gli uomini in nero sono: Cristiano Flint, Corrado Verini, Jonathan Burnett, Douglas Tantallon, Enrico Pro, Kris Misslebrook e Steve Callen. musiche originali Joji Hirota
  4. '(L') Opera da tre soldi' 1973 - di Bertold Brecht (1928)Giorgio Strehlel mette in scena 'L'Opera da tre soldi' (è un documentario delle prove, e non la registrazione dello spettacolo, ma in questo contesto ci sembra indispensabile presentarlo) (Wikipedia/L'opera da tre soldi) (Wikipedia/Bertolt Brecht)
  5. 'Orestea' (Le Coefore) 1966 - di Eschilo (458 a. C.) - con: Giulio Bosetti, Lilla Brignone, Sarah Ferrati, Ave Ninchi, Stefano Varriale, Vittorio Sanipoli e nel coro Bianca Toccafondi, Milena Vucotic (Wikipedia/Orestea)
  6. 'Orestea' 1975 - di Eschilo (458 a. C.)regia di Luca Ronconi con: Marisa Fabbri, Massimo Foschi , Mariangela Melato, Sergio Nicolai, Glauco Mauri, Claudia Giannotti, Anita Laurenzi , Barbara Valmorin, Miriam Acevedo, Maria Grazia Marescalchi, Inna Alexeva, Anna Nogara, Marzio Margine , Piero Di Jorio (alla fine del video il link alla seconda parte) 
  7. 'Orgoglio e pregiudizio' 1957 - di Jane Austen (1813) - regia Daniele D'Anza riduzione televisiva Edoardo Anton scene Sergio Palmieri costumi Fausto Saroli con: Virna Lisi, Elsa Merlini, Sergio Tofano, Elio Pandolfi, Franco Volpi, Enrico Maria Salerno, Vira Silenti, Matteo Spinola, Irene Aloisi, Luisella Boni, Aurora Trampus, Laura Nucci, Carlo Lombardi, Daniela Calvino, Edda Soligo, Rina Franchetti, Massimo Pietrobon, Gianni Partanna, Luca Pasco, Armando Furlai, Piero De Santis (sceneggiato RAI - alla fine del video il link alle altre 4 parti)
  8. 'Orgoglio e pregiudizio' (Pride and Prejudice) 1995 - di Jane Austen (1813) - directed Simon Langton music Carl Davis cast: Crispin Bonham-Carter, Anna Chancelor, Susannah Harker, Julia Sawalha, Alison Steadman, Benjamin Whitrow (film - alla fine del video il link alle altre 5 parti)
  9. 'Orlando Furioso La fuga di Angelica' 1975 - da Ludovico Ariosto (1532) - regia Luca Ronconi, testo Luca Ronconi e Edoardo Sanguineti con: Massimo Foschi, Mariangela Melato, Ottavia Piccolo, Giacomo Piperno, Carlo Valli, Vittorio Sanipoli, Ettore Manni, Germano Longo, Alessio Orano, Guido Mannari, Paolo Turco, Cesare Gelli, Marzio Margine, Yorgo Voyagis, Hiram Keller, Luigi Diberti, Michele Placido, Paolo Bonetti, Carla Tatò, Erika Dario, Rodolfo Bandini, Edmonda Aldini, Marisa Fabbri, Paola Gassman, Marilù Tolo 'La fuga di Angelica' (parte 2°) 'Alcina' 'La follia di Orlando' 'Bradamante incontra Pinabello' (dallo spettacolo teatrale prodotto nel 1969) (Wikipedia/Orlando furioso) (Wikipedia/Ludovico Ariosto)
  10. '(L') Ospite inatteso' 1980 - Agatha Christie (1958) - regia Daniele D'Anza interpreti: Paolo Bonacelli, Paola Pitagora, Armando Landolfi, Elisa Cegani, Giovanni Crippa, Micaela Giustiniani, Renato Mori, Roberto Posse, Carlo Reali musiche Rockets - Produzione RAI  Trama: "L'ospite Inatteso" è considerato il miglior testo teatrale scritto da Agatha Christie insieme a "Trappola per Topi". La trama è apparentemente semplice...  Siamo nel Galles meridionale presumibilmente nel 1958 (data in cui venne scritto il testo) e la scena si svolge tutta nello studio della casa del Sig. Richard Warwick. E' una nebbiosa nottata quando il signor Michael Starkwedder, in seguito ad un incidente (la sua auto per la nebbia finisce in un canale) vagando per le campagne alla ricerca di aiuto, penetra nello studio di casa Warwick quasi forzando una porta finestra, dopo aver disperatamente bussato alla stessa a più riprese senza avere risposta.  Una volta all'interno... 
  11. 'Otello' (The tragedy of Othello) 1952 - di William Shakespeare (1604)regia Orson Welles con: Michael Malliammoir Robert Coote, Orson Welles, Susanne Cloutier, Hilton Edwards, Nicholas Bruce, Michael Laurence, Fay Compton, Doris Dowling (inglese con sottotitoli italiani) (Wikipedia/Otello)
  12. 'Otello' 1957 - di William Shakespeare (1604) - traduzione Salvatore Quasimodo regia televisiva Claudio Fino con: Vittorio Gassman, Salvo Randone e Anna Maria Ferrero
  13. 'Otello' 1973 - di William Shakespeare (1604)musiche Giuseppe Verdi libretto Arrigo Boito direttore Erbert Von Karajan con: Jon Vickers, Mirella Freni, Peter Glossop, Aldo Bottion, Stefania Malagù, Michel Sénécial, Marco Macchi, José Van Dam Chorus of the Deutesche Open Berlin - Berlin philharmonic Orchestra
  14. 'Otello' 1976 - di William Shakespeare (1604)regia Franco Zeffirelli musiche di Giuseppe Verdi libretto Arrigo Boito con: Placido Domingo, Mirella Freni, Piero Cappuccilli Direttore Carlos Kleiber - Teatro alla Scala
  15. 'Otello' 1982 - di William Shakespreare (1604) - musiche di Giuseppe Verdi libretto di Arrigo Boito regia Gianfranco De Bosio con: Vladimir Atlantov, Kiri Te Kanava, Piero Cappuccilli, Antonio Bevacqua, Gianfranco Manganotti, Gianfranco Casarini, Flora Rafanelli, Orazio Mori, Gianni Brunelli direttore Zoltan Pesko, Orchestra e Coro dell'Arena di Verona - Prod.Rai - Arena di Verona
  16. 'Otello' 1988 - di Gioachino Rossini  (1816) - conductor John Pritchard - Orchestra e Coro della RAI di Torino cast: Chris Merritt, June Anderson, Ezio Di Cesare, Rockwell Blake, Raquel Pierotti, Giorgio Surjan, Eugenio Favano, Francesco Piccoli, Enrico Facini (Wikipedia/Otello/Rossini)
  17. 'Otello' 1995 - di William Shakespeare (1604) - musiche Giuseppe Verdi libretto Arrigo Boito maestro James Levine con: Placido Domingo, Làdido Domingo, Renée Fleming, Alexander Anisimov, Charles Anthonov, James Morris, Theodore Lambronos, Richard Croft Metropolitan Opera (alla fine del video il link alle altre 12 parti)
  18. 'Otello' 2003 - di William Shakespeare (1604) - musica Giuseppe Verdi libretto Arrigo Boito mise in scene e scenographie Nicolas Joel costumes Franca Squarciapino - Orchestre National de France con: Vladimir Galouzine, Yann Beuron, Nona Javakhidze, Tamar Iveri, Jean Philippe Lafong
  19. 'Otello o la deficianza della donna di William Shakespeare secondo Carmelo Bene' 1979 - di Carmelo Bene (1979) - regia scene, costumi e interprete principale Carmelo Bene musiche L. Zito altri interpreti: C. Cinieri, M. Martini, L. Bosisio, C. Dell'Aguzzo, J.P. Boucher - produzione RAI
  20. 'Otello, ossia il Moro di Venezia' 1988dramma per musica di Francesco Berio di Salsa (1816) - musiche Gioachino Rossini conductor John Pritchard con: Chris Merritt, June Anderson, Ezio Di Cesare, Rockwell Blake, Raquel Pierotti, Giorgio Surjan, Eugenio Favano, Francesco Piccoli, Enrico Facini Orchestra e Coro della RAI di Torino produzione Rossini Opera Festival  Otello è una lirica in tre atti di Giachino Rossini per un italiano su libretto di Francesco Maria Berio di Salsi, sulla base dell'Othello di Shakespeare. Tuttavia, l'opera si discosta molto da Shakespeare originale, non solo nel senso che si svolge a Venezia e non a Cipro, ma anche dal fatto che l'intero conflitto drammatico si sviluppa in modo diverso. Il ruolo di Jago è ridotto a un certo grado, ed è molto meno diabolico del Otello di Verdi del 1887. Al contrario inoltre il ruolo di Rodrigo, di secondaria importanza in Shakespeare e Verdi, è molto importante nella versione di Rossini ed è assegnato alcune delle musiche più difficili e brillanti. I ruoli di Otello, Iago e Rodrigo sono tutti composti per la voce di tenore. Otello di Rossini è una tappa importante nello sviluppo dell'opera come dramma musicale. (Wikipedia/Francesco Berio di Salsa)
  21. 'Othello' 1995 - di William Shakespeare (1604) - directed Oliver Parker con: Laurence Fishburne, Irène Jacob, Kenneth Branagh, Nathaniel Parker, Michael Maloney, Anna Patrick, Emilia Nicholas Farrell, Indra Ové, Michael Sheen,  André Oumansky (film - tedesco alla fine del video il link alle altre 11 parti)
  22. 'Othello' 1996 - di William Shakespeare (1604)dramaturg Bohm Gyorgy regia Giuseppe Rust - Camera Budapest Teatro - performers: Kardos Laszlo, Gálffi László, Nagy Enikő, Egri Márta, Dózsa Zoltán, Pindroch Csaba, Hável László, Holl János, Téri Sándor, Egyed Attila, Harsányi Attila (ungherese)
  23. 'O Tuono 'E Marzo' 1975 - di Vincenzo Scarpetta (1912) - regia Eduardo de Filippo con: Eduardo de Filippo, Lina Sastri, Paolo Stoppa, Rina Morelli, Angelica Ippolito (Wikipedia/'O tuono 'e marzo) (Wikipedia/Vincenzo Scarpetta)


P
  1. '(Los) Padres terribles' (I parenti terribili) 2012 - de Jean Cocteau (1948)  - con Mirta Buselli, Noemi Frenkel, Luis Machìn, Niahue Perez BiscayartI, Maria Alché dirección Alejandra Ciurlanti - Pandora producciones - Barcellona (ripresa teatrale - spagnolo - alla fine del video il link alle altre 7 parti) 
  2. 'Pagliacci' 1982 - di Ruggero  Leoncavallo (1892) - directed Franco Zeffirelli Orchestra e Coro del Teatro alla Scala conductor Georges Pretre cast: Placido Domingo, Teresa Stratas, Juan Pons, Florindo Andreolli
  3. 'Pagliacci1994 - di Ruggero Leoncavallo (1892) - Metropolitan New York Opera -  conductor orchestra James Levine chorus master Raymond Hughes regia Franco Zeffirelli scene e costumi Franco Zeffirelli cast: Luciano Pavarotti, Teresa Stratas, Juan Pons, Dwayne Croft (Wikipedia/Pagliacci/Opera)
  4. '(La) Palla al piede' 1981 - di Georges Feydeau (1894) - regia Franco Parenti - Gian Maria Tabarelli con: Pietro Ubaldi, Franco Parenti, Bob Marchese,  Secondo De Giorgi, Giorgio Melazzi, Fabrizio Pisaneschi, Giovanni Battezzato, Gianni Mantesi, Albertino Degli Uomini, Piero Domenicaccio, Lucilla Morlacchi, Simona Caucia, Silvia Dabbah, Emanuela Nava, Grazia Miniego, Giovanni Battezzato, Katia Bagnoli, Colette Shammah  La palla al piede è una commedia avvincente ed affascinante, in grado di tenere lo spettatore con il fiato sospeso fino alla fine, travolto da un insieme di sorprese e colpi di scena. La situazione iniziale è semplice: Bois D’Enghien, fatuo tombeur de femmes, decide di mettere la testa a posto, sposando l’affascinante Viviane. C’è però un intralcio: la cantante di varietà Lucette, amante di Bois D’Enghien, non sa nulla di questa decisione e per di più viene invitata a cantare alla festa di fidanzamento fra Bois D’Enghien e Viviane. Da qui in avanti la trama si complica, tra gag irresistibili ed equivoci sempre più intricati, sino alla resa dei conti finale. (Wikipedia/Georges Feydeau)
  5. 'Pandora box(Il vaso di Pandora) 1928 - di Benjamin Franklin Wedekind (1904) - directed Georg Wilhelm Pabst con Luise Brooks, Fritz Kortner, Francis Lederer, Carl Goetz, Krafft-Raschig, Alice Roberts, Daisy D'Ora, Gustav Diessl, Michael von Newlinsky, Sig Arno (film muto con musiche - didascalie inglese(Wikipedia/Frank Wedekind)
  6. 'Papà Goriot' 1970 - di Honoré de Balzac (1834) - sceneggiatura e regia Tino Buazzelli cast: Tino Buazzelli, Paolo Ferrari, Anna Miserocchi, Carlo Simoni, Leda Palma, Graziella Galvani, Felice Andreasi  
  7. 'Parlami d'amore Mariu' 1987 - di Giorgio Gaber e Sandro Luporini (1987) - Sintesi ragionata della replica tenutasi a Milano, Teatro Nazionale
  8. 'Pas de Dix' 1955 - choreograhy George Balanchine (1955) music Alexander Glazunov's 'Raymonda' dancers: Maria Tallchief and Andre Eglevsky (TV Performance, 1957)  (alla fine del video il link alla seconda parte)
  9. '(La) Paura numero uno' 1964 - di Eduardo de Filippo (1950) - regia di Eduardo De Filippo con la collaborazione televisiva di Guglielmo Morandi scene Emilio Voglino regia Eduardo de Filippo interpreti: Luisa Conte, Maria Teresa Lauri, Carlo Giuffré, Eduardo de Filippo, Maria D'Ajala
  10. 'Peer Gynt' 1934 - di Henrik Ibsen (1876)directed Fritz Wendhausen, adaptation Richard Billinger, Fritz Reck-Malleczewen, Josef Stolzing-Czerny, Cinematography Carl Hoffmann assisted Günther Anders original music Giuseppe Becce (after motives by Grieg), Flößerlied (Nun muß ich fort, ade mein Kind musik: Giuseppe Becce / Text: Hedy Knorr /Gesang: Hans Albers) cast: Hans Albers, Lucie Höflich, Marieluise Claudius, Ellen Frank, Max Schreck, Olga Tschechowa, Otto Wernicke, Friedrich Kayßler, Lizzi Waldmüller, Zehra Achmed (film - tedesco) (Wikipedia/Peer Gynt) (Wikipedia/Henrik Ibsen)
  11. 'Peer Gynt' 2005 - di Henrik Ibsen (1876)direction Paavo Järvi con: Mari Eriksmoen, Ann Hallenberg, Arnaud Denis, Aurore Bucher, Laura Holm, Celice Achille Choeur de l'Orchestre de Paris Orchestre de Paris (francese)
  12. 'Peer Gynt' 2007 - di Henrik Ibsen (1876)Grillo Theater Essen. Eine Produktion im Rahmen der Veranstaltungsreihe "Folkwang Fest der Künste" mit Ensembles der Folkwang Musikschule der Stadt Essen, Leitung: Christian de Witt (Musik), Michael Seewald (Regie)  (tedesco - alla fine del video il link alle altre 11 parti)
  13. 'Peer Gynt' 2008 - di Henrik Ibsen (1876) - mise in scène Fabien Bassot - La Compagnie Lazzi Zanni di Terrasson (francese)
  14. '(Il) Pellicano' (Le Pelican) 2009 - di August Strindgberg (1907) - metteur en scène Patrice Lecadre artistes: Lilit Simonian, Cecile Descamps, Salomé Berlioux, Lionel Emery, Sylvestre Bourdeau (francese) - Un passato peccaminoso, oscuro, che ha generato una vittima, il padre a cui si riferisce il simbolo del pellicano, l’animale che pur di nutrire i suoi figli, si priverebbe del proprio sangue. La morte del padre è avvenuta in maniera misteriosa, tanto che i figli intendono indagare e ricercarne la causa, forse per allontanare gli incubi o la presenza fantasmatica del genitore che ha lasciato alcune indicazioni riguardo la sua morte. Le accuse si orientano verso la madre vedova, che nel principio si presenta come donna esemplare, come colei che si è sacrificata per i figli, che ha badato soltanto alla casa e ai suoi doveri e che, in realtà, scopriremo avida di possesso, autoritaria, tanto da far patire il freddo e la fame a tutti i componenti della casa. Uno di quei delitti che non può essere punito dalla legge; un interno dove si vive una vita da cani, dove c’è un freddo tombale, dove si covano vendette e disprezzo, dove non c’è rimedio al male, dove bisogna che bruci tutto per purifica (Wikipedia/August Strindberg)
  15. '(I) Persiani' 1975 - di Eschilo (472 a. C.) - regia Vittorio Cottafavi con: Gabriella Giacobbe, Alberto Terrani, Lino Troisi, Roberto Herlitzka, Franco Graziosi, Massimo Foschi, Franco Branciaroli (Wikipedia/I Persiani)
  16. 'Petrouchka - Ballet' 2011 - di Igor Stravinsky (1910) Coreografia Michel Fokine messo in scena da Dimitri Romanoff e Yurek Lazowsky scene e costumi di Alexandre Benois Corpo di Ballo dell'Opera di Parigi cast: Monique Loudieres (Ballerina), Tierry Mongne (Petrouchka), Jean Guizerix (Moor), Alain Bogreau,
  17. 'Philo Vance - La strana morte del signor Benson' 1974 - di S.S. Van Dine (1929) - regia Marco Leto sceneggiatura Biagio Proietti e Balisario L. Randone interpreti: Giorgio Albertazzi, Sergio Rossi, Silvio Anselmo, Tino Bianchi Paola Quattrini Gianfranco Barra Luigi Virgilio Marco Bonetti Giorgio Bonora Luciano Virgilio - Presentazione di Giorgio Albertazzi  Philo Vance è il titolo di una miniserie televisiva poliziesca italiana trasmessa nel 1974 dalla RAI e centrata sulla figura dell'investigatore-dandy Philo Vance, creata dalla penna dello scrittore S.S. Van Dine. Il primo episodio, ispirato al romanzo La strana morte del signor Benson, verte sull'uccisione di un giocatore d'azzardo "sciupafemmine", ucciso "nella stessa casa in cui si trova occasionalmente Vance.
  18. 'Philo Vance - La canarina assassinata' 1974 - di S. S. Van Dine (1929) - regia Marco Leto sceneggiatura Biagio Proietti e Belisario L. Randone interpreti: Giorgio Albertazzi Silvio Anselmo, Virna Lisi, Sergio Rossi, Lia Tanzi, Tino Bianchi, Luigi Virgilio Il secondo episodio concerne l'assassinio di un'avvenente cantante chiamata appunto "Canarina", che troppo ha rischiato cercando di ricattare i numerosi amanti.
  19. 'Philo Vance - La fine dei Greene' 1974 - di S.S. Van Dine (1929) - regia Marco Leto sceneggiatura Biagio Proietti e Belisario L. Randone interpreti: Giorgio Albertazzi Silvio Anselmo, Mico Cundari, Micaela Esdra, Anna Maria Gherardi, Nais Lago, Linda Sini, Marco Tulli, Elena Zareschi, Tino Bianchi, Luigi Virgilio, Andrea Lala  (alla fine del video il link alla seconda parte) - La fine dei Greene, riguarda l'uccisione di un miliardario il cui omicidio vede indiziate ben nove persone.
  20. '(Le) Piccole volpi' 1965 - di Lilian Hellman - (1939)regia Vittorio Cottafavi con: Lyda Ferro, Roldano Lupi, Diana Torrieri, Enzo Cerusico, Mario Feliciani, Laura Efrikian, Giancarlo Sbragia, Aldo Rendine, Dorothy Fisher, Archie Savage  (alla fine del video i link alla seconda parte)  - Primavera 1900. La gelida Regina Hubbard, che appartiene a una famiglia di avidi e ipocriti imprenditori della Virginia, specula su un losco affare combinato con i fratelli, lascia morire il marito senza prestargli soccorso e si aliena l'amore dell'unica figlia. (Wikipedia/Lillian Hellman)
  21. '(La) Pietra del paragone' 2007 - di Gioachino Rossini (1812) - Maestro concertatore e direttore Jean-Christophe Spinosi regia scenografia e video Giorgio Barberio Corsetti e Pierrick Sorin costumi Cristian TaraborrellilLuci Gianluca Cappelletti Maestro del coro Martino Faggiani Orchestra e Coro del Teatro Regio di Parma in coproduzione con il Théâtre du Châtelet di Parigi assistente alla regia Raquel Da Silva collaboratore alla regia Caterina Panti Liberovici assistente ai costumi Angela Buscemi direttore musicale di palcoscenico Stefano Rabaglia maestri di sala Elena Rizzo, Aldo Curti maestro di sala e maestro alle luci Simone Savina maestro suggeritore Matteo Rubiconi direttore di scena Paola Lazzari  complessi artistici e tecnici del Teatro Regio di Parma cast: Sonia Prina, Daniela Pini, Paola Cigna, Michele Pertusi, José Manuel Zapata, Joan Martin-Royo, Chistian Senn, Filippo Polinelli (Wikipedia/La pietra del paragone)
  22. 'Pigmalione' (Pygmalion) 1938di George Bernard Shaw (1912)directed Anthoni Asquith e Leslie Howard con: Leslie Howard, Wendy Hiller, Wilfrid Lawson, Marie Lohr (film - inglese) (Wikipedia/Pigmalione) (Wikipedia/George Bernard Shaw)
  23. 'Pigmalione' 1988 - di George Bernard Shaw (1912)con Twiggy, Robert Powell, Mona Washbourne, Ronald Fraser, Helen Shingler, Arthur English, (doppiaggio italiano) Stefano de Sando, Cristina Boraschi, Tino Bianchi, Giancarlo Padoan (film - alla fine del video i link alla seconda  parte)
  24. 'Pignasecca pignaverde Impresa Trasporti' 1957 - di Umberto Montrucchio (1957)diretto Emerico Valentinetti con: Gilberto Govi, Pina Camera, Nelda Meroni, Claudio D´Amelio, Miriam Selva (Wikipedia/Pignasecca e Pignaverde) (Wikipedia/Gilberto Govi)
  25. 'Pinocchio ovvero lo spettacolo della provvidenza' 1999 - di Carmelo Bene (1961)riduzione e adattamento da Caro Collodi di Carmelo Bene; regia e interprete principale Carmelo Bene musiche G. Giani Luporini; scene e maschere T. Fario; costumi L. Viglietti altri interpreti: Sonia Bergamasco (Wikipedia/Pinocchio - Carmelo Bene) (Wikipedia/Carmelo Bene)
  26. 'Predisporsi al micidiale' 2004 - di Alessandro Bergonzoni (2004)scritto e interpretato da Alessandro Bergonzoni regia Alessandro Bergonzoni e Riccardo Rodolfi scenografia Mauro Bellei distribuzione Progetti Dadaumpa (alla fine del video i link alla seconda  parte)  - Autointervista:Cosa mi aspetto da chi vedrà per la prima volta "Predisporsi al micidiale"?Che quando introdurrò temi come la reazione dei chiodi claustrofobici, i rapporti tra agonia e agonismo, compasso e compassione, o come la rapidità delle colle o anche la solitudine dei lobi negli spettatori esploda l’idea dell’altro e dell’oltre, dato che ho voluto scrivere di un argomento che è proprio l’inaudito immediato, attraverso il mai detto e il mai pensato estemporaneo esternato a ciò che, e scusami se dico a ciò che, nessuno si possa riconoscere in quello che c’è di rassicurante, vicino e affettuosamente condiviso da loro.
    Quali sono le priorità che ho in "Predisporsi al micidiale"?
    Nello spettacolo la mia mente è aperta davanti al pubblico: mi squarto e ne faccio un’autopsia comica e ho la necessità di essere creativo non giornalistico o parodistico, soprattutto in quest’epoca dove sembra che tutto debba essere denuncia o spiegazione ma nell’arte, al contrario, le parole devono servire all’impossibile, alla complicazione della mente, devono permettere solo di andare altrove, di avere il piacere della "sparitualità", per seguire tutte le cose che spariscono e che sono anche spirituali…
    Ho un momento particolarmente amato nel nuovo lavoro che mi ha aperto nuovi spazi, nuovi orizzonti tra la amigdala e l’ippotalamo?
    Bella domanda! Mi coglie un po’ alla sprovvista…. Un momento particolarmente amato è forse quando analizzo la nascita del concetto della manutenzione dell’odio, dell’oceano in pillole e della ghigliottina che vuol far di testa sua; il tutto nato dall’estremo possibilismo infinito delle combinazioni immaginifiche (e so di aver detto roba grossa).
    Ho mai pensato di cantare un’opera o di raccontare un avventura lirica?
    Fino allo spettacolo precedente no mai, in questo spettacolo invece sì e l’opera è: "Pioggia dorata su concerto all’aperto di Rackmaninhof una sera fresca fresca, a proposito passami lo scialle è in macchina allora vallo a prendere io non sono mica il tuo cameriere ah no? allora me ne vado, il conto per favore!" Sottotitolo: "Vuole la ricevuta?"
    Alessadro Bergonzoni  (Alessandro Bergonzoni - biografia)
  27. '(La) Professione della Signora Warren' 1981 - di George Bernard Shaw (1894)regia Giorgio Albertazzi con: Franca Rame, Mariella Lo Giudice, Gabriele Antonini, Gabriele Ferzetti, Luca Dal Fabbro, Franco Graziosi  L'opera ha per protagonista la signora Warren, una prostituta, e la sua pudica figlia Vivie, a cui ha dato un posto al sole nella società; la vana ricerca di una riconciliazione con la figlia si conclude nel finale quando Vivie deciderà di intraprendere le sue scelte, in dissenso con i piani della madre. (Wikipedia/Bernard Shaw)
  28. '(I) Promessi Sposi' 1967 - di Alessandro Manzoni (1840) - regia Sandro Bolchi con: Paola Pitagora, Nino Castelnuovo, Salvo Randone, Tino Carraro, Massimo Girotti, Lea Massari, Luigi Vannucchi, Elsa Merlini, Lilla Brignone, Mario Feliciani, Giancarlo Sbragia (alla fine del video il link alle altre 12 parti) (Wikipedia/I promessi sposi) (Wikipedia/Alessandro Manzoni)
  29. '(I) Promessi Sposi' 1990 - di Alessandro Manzoni (1840) - regia e sceneggiatura Tullio Solenghi, Anna Marchesini, Massimo Lopez con: Tullio Solenghi, Anna Marchesini, Massimo Lopez (alla fine del video il link alle altre 23 parti)
  30. '(La) Pulce nell'orecchio' 1967 - di Georges Feydeau (1907) - regia Luigi Squarzina con: Alberto Lionello, Olga Villi, Giancarlo Zanetti, Silvia Monelli, Eros Pagni, Camillo Milli, Checco Rissone, Luigi Carubbi, Omero Antonutti, Simona Caucia, M. P. Arcangeli, Maggiorino Porta, Ruggero De Daninos Una signora, Raymonde, crede che suo marito Chandebise, direttore di una compagnia assicurativa, la tradisca poiché ha ricevuto da un albergo malfamato le bretelle dei calzoni del marito e perché non lo vede più appassionato e focoso come prima. La signora prega una carissima amica (Lucienne), moglie di un ricco sudamericano gelosissimo, di scrivere un’appassionata lettera galante al suo freddo marito, in modo che Chandebise non possa riconoscere la calligrafia della moglie, e di dargli appuntamento nell’albergo malfamato di cui sopra: in questo modo Chandebise non potrà accorgersi che si tratta di un tranello e la moglie potrà verificare la sua fedeltà. Il marito, ricevuta la missiva, crede che vi sia uno sbaglio e quindi consegna la lettera a un amico ritenendolo il vero destinatario. Per una serie di circostanze, la lettera galante finisce nelle mani del sudamericano gelosissimo che, riconoscendo la calligrafia della moglie, si reca in albergo con pistola in pugno allo scopo di vendicarsi. Una serie di eventi fortuiti farà sì che tutti i personaggi coinvolti nella vicenda si ritrovino nel famigerato albergo dove, tra ingegnosi trucchi escogitati dai proprietari, stranieri dal carattere irascibile e sosia inaspettati, finiranno per restare vittima di un esilarante meccanismo il cui esito si scoprirà solo alla fine. Questa la trama scritta da Feydeau, che naturalmente nell’adattamento può avere subito qualche interessante variante tutta da scoprire… (Wikipedia/Georges Feydeau)

Nessun commento:

Posta un commento